Via Crucis - Aquila e Priscilla

La salute dà anni alla vita, ma solo l'amore dà vita agli anni
Aquila e Priscilla
Il Mondo di
Vai ai contenuti

Via Crucis

Lo Spirito e Priscilla

L'origine della Via Crucis Daunei - Vallunga
Selva Di Val Gardena


Ai piedi delle maestose ed erte pareti dello Stevia si apre una piacevole passeggiata che dal Daunéi conduce fino alla cappella di San Silvestro in Vallunga, costeggiando il bosco adiacente.Chi è appassionato della montagna ed amante della natura viene a trovarsi di fronte ad uno scenario unico per la sua bellezza. Nessuno poteva immaginare che questo sentiero avrebbe dato lo spunto per un'impresa pregevole. Furono i giovani di Selva a scoprire questo piccolo regno ancora intatto e talmente suggestivo, da indurre al raccoglimento e alla riflessione. Sullo sfondo dell'Anno Santo, proclamato nel 1983 e sotto la guida del cappellano Toni Fiung, essi presero l'iniziativa di erigere una Via Crucis lungo tale sentiero.Questo progetto incontrò l'approvazione del Consiglio parrocchiale ed in particolare degli abitanti di Selva. In seguito ad alcune riunioni di ordine tecnico-organizzativo, i giovani di Selva riuscirono ben presto a convincere diversi scultori del posto dell'opportunità di tale iniziativa assicurando in questo modo il loro contributo artistico nell'esecuzione delle singole stazioni. Quanto alla scelta del legno, si convenne di usare il cirmolo. Nell'autunno del 1982 diversi giovani provvidero all'abbattimento dei tronchi che erano stati messi a disposizione dal Comune di Selva. Successivamente questi vennero scortecciati e lasciati in giacenza. Nella primavera del 1983 tali tronchi di cirmolo che in media hanno una lunghezza di 2,50 m ed uno spessore di 45 cm, furono conficcati nel terreno lungo il suddetto sentiero. Nei giorni successivi si potevano ammirare gli scultori e tra di loro anche alcuni giovani, al lavoro. Il fatto che scolpissero all'aperto e non come al solito in laboratorio, ha reso l'impresa ancora più singolare conferendole un ulteriore fascino. Coloro che in quei giorni ebbero l'occasione di passeggiare in quella zona, dovevano necessariamente percepire quell'atmosfera suggestiva dalla quale traevano ispirazione i singoli scultori. La creatività artistica certo non mancava. Verso la fine di settembre furono terminati i lavori, per cui si potè celebrare la benedizione della Via Crucis con la partecipazione del vescovo diocesano, Monsignor Giuseppe Gargitter.




I STAZIONE

GESU' E' CONDANNATO A MORTE


Non giudicate per non essere giudicati; perché col giudizio con cui giudicate sarete giudicati, e con la misura con cui misurate sarete misurati.

Mt 7,1-2


Ovunque trovo bacinelle d'acqua in cui posso lavarmi le mani - in tutta innocenza. Non coinvolgersi, non assumersi alcun impegno, non accollarsi alcuna responsabilità, la croce potrebbe essere mal levigata. E allora chi mi leverà le schegge dal dito? Meglio tenere le mani in tasca.

Uwe Seidel/Diethard Zils

II STAZIONE

GESU' E' CARICATO DELLA CROCE


Poi a tutti diceva:

"Se qualcuno vuol venire dietro di me, rinneghi se stesso, prenda la sua croce e mi segua."

Lc. 9,23

Il dolore può spegnere, opprimere, uccidere. Il dolore può rendere sensibili, maturare, far progredire.
La croce che stai portando, ti porterà

Peter Paul Kaspar

III STAZIONE

GESU' CADE SOTTO IL PESO DELLA CROCE


Questo è il mio comandamento: che vi amiate gli uni gli altri, come io vi ho amati. Nessuno ha amore più grande di questo: dare la vita per i propri amici.

Gv 15,12-13


Noi moriamo giorno per giorno, proviamo paura notte per notte. Vogliamo vivere, vogliamo essere liberi. Nutriamo speranze giorno per giorno, desideriamo la pace notte per notte. Vogliamo sperare, vogliamo respirare. Abbiamo bisogno di amore giorno per giorno, imploriamo aiuto notte per notte. Vogliamo amare, vogliamo dare.

Bernhard Donath

IV STAZIONE

GESU' INCONTRA LA MADRE


Perché chiunque fa la volontà del Padre mio che è nei cieli, questi è per me fratello, sorella e madre.

Mt 12,50

Ti segue, segue l'umanità sulla Via Crucis. Cammina tra la folla anonima, ma non stacca gli occhi da te. Conosce le tue sofferenze, soffre le tue sofferenze, e senza accostarti, senza toccarti, senza parlarti, con te, o Signore, salva il mondo.

Michel Quoist


V STAZIONE

GESU' E' AIUTATO DAL CIRENEO


In verità, vi dico: quello che avete fatto a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me.

Mt 25,40

Signore, indicami una persona, una soltanto, che sia qui per me, non perché sono schedato, non perché sono un'anima smarrita, no, semplicemente perché sono un uomo, perché ho bisogno di qualcuno. Ci sarà pur qualcuno, che ha bisogno di me.

Diethard Zils


VI STAZIONE

VERONICA ASCIUGA IL VOLTO DI GESU'

Beati gli afflitti, perchè saranno consolati. Beati i misericordiosi, perchè troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perchè vedranno Dio.

Mt 5,4.7-8


O Signore, aiutami affinché io non desideri essere consolato, bensì consolare; essere capito, bensì capire; essere amato, bensì amare. Perché: chi dà, riceve; chi perdona, sarà perdonato; chi muore, risorgerà a vita eterna.

San Francesco d'Assisi

VII STAZIONE

GESU' CADE LA SECONDA VOLTA


Venite a me, voi tutti, che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò.

Mt 11,28

Non è la capacità di evitare la caduta, che distingue il buono dal cattivo, bensì la capacità di rialzarsi dopo la caduta. Non è il peccato che uccide, bensì il perseverare nell'errore. Non è l'odio che ci distrugge, bensì l'incapacità di perdonare.

Peter Paul Kaspar


VIII STAZIONE

GESU' INCONTRA LE DONNE DI GERUSALEMME

Rivestitevi dunque come amati di Dio, santi e diletti, di sentimenti di misericordia, di bontà, di umiltà, di mansuetudine, di pazienza; sopportatevi a vicenda e perdonatevi scambievolmente.

Col 3,12-13


Fà che il male sia vinto e che il bene prevalga. Fà che svanisca ogni tristezza e che la gioia pervada ogni cosa. Fà che i malintesi siano chiariti e infondi fiducia in chi è scoraggiato. Fà che i malati trovino consolazione e abbi pietà di chi sta morendo. Fà che la pace regni tra gli uomini, nei cuori e nel mondo intero.

Wilhelm Gossmann


IX STAZIONE

GESU' CADE LA TERZA VOLTA


Portate i pesi gli uni degli altri, e adempirete così la legge di Cristo.

Gal 6,2

Quant'è difficile:
perdonare, senza serbar rancore. Perdonare, senza rinfacciare .Perdonare, senza umiliare.
Beati coloro che sanno perdonare, perché sarà loro perdonato.

Peter Paul Kaspar


X STAZIONE

GESU' E' SPOGLIATO DELLE VESTI


In verita, in verità vi dico: se il chicco di grano caduto in terra non muore, rimane solo; se invece muore, porta molto frutto.

Gv 12,24

C'è un riso che rigenera - e un riso che distrugge: lo scherno. C'è una gioia che fa bene - e una gioia che fa male: il piacere del male altrui. Guai a coloro che scherniscono. Beati coloro che consolano.

Peter Paul Kaspar



XI STAZIONE

GESU' E' INCHIODATO IN CROCE


Sono crocifisso con Cristo, e non sono più io che vivo, ma Cristo vive in me. Questa vita nella carne io la vivo con la fede nel Figlio di Dio, che mi ha amato e ha dato se stesso per me.

Gal 2,19-20

Noi teniamo gli altri inchiodati alla loro colpa, ad una parola da loro pronunciata. Noi inchiodiamo gli altri al loro passato, ai loro fallimenti. Chi leva i chiodi, chi libera gli altri dalla disperazione, dalla prigionia, chi li libera dalla fame e dalla sete?

Wilhelm Willms

XII STAZIONE

GESU' MUORE SULLA CROCE


Lui, di natura divina, non tenne per sé gelosamente l'essere pari a Dio; è apparso all'esterno come uomo, umiliò se stesso facendosi obbediente fino alla morte, e alla morte di croce.

Fil 2,6-8

L'amore di un uomo non lo puoi seppellire, sotterrare, spargere al vento come le ceneri di un'urna. Alla sua morte l'amore di un uomo si moltiplica migliaia di volte fra i vivi. Lo vedi in questo Gesù. L'amore di un uomo risveglia i dormienti, consola chi è triste, infonde coraggio in chi è disperato... L'hai provato anche su di te.

Uwe Seidel/Diethard Zils


XIII STAZIONE

GESU' E' DEPOSTO DALLA CROCE


Godete con chi è nella gioia, piangete con chi è nel pianto.

Rm 12,15

Esiste una forma di compassione, che è più della semplice simpatia, della partecipazione al dolore altrui, della commozione al pensiero, che tale dolore potrebbe essere il mio - una compassione che sorregge nel dolore e che consola.

Peter Paul Kaspar

XIV STAZIONE

GESU' DEPOSTO NEL SEPOLCRO


Egli asciugherà ogni lacrima dai loro occhi, e non vi sarà più morte, né lutto, né lamento, né dolore, perché le cose di prima sono passate.

Ap 21,4

Ci sono quelli che cercano il senso della propria vita nella vita aldilà. Ci sono quelli che cercano il senso della propria vita in questa vita. Io vorrei trovare il senso della morte nella vita.

Peter Paul Kaspar



GESU' E' RISORTO

Noi sappiamo che siamo passati dalla morte alla vita, perché amiamo i nostri fratelli. Chi non ama rimane nella morte.

Gv 3,14

Una buona novella, una strada da seguire, una luce da tenere fra le mani, per affrontare l'oscurità. Un uomo come il pane, col sapore di speranza. Un verbo, che nessuna morte può mettere a tacere. Costui è Cristo in mezzo a noi.

Lothar Zenetti

www.aquilaepriscilla.it
Privacy Policy
Torna ai contenuti